ARTICOLI

Massaggio infantile
: un dono prezioso per genitori e bambini

20 Febbraio 2019

Il massaggio infantile è un modo speciale di entrare in contatto con il proprio bambino. È infatti una preziosa opportunità di comunicazione e interazione che rafforza quello straordinario senso di attaccamento che lega genitore e figlio nel modo più intimo e profondo.

I benefici del massaggio sulla crescita psico-fisica del bambino sono stati dimostrati da numerose ricerche scientifiche: attraverso il contatto con la pelle, il massaggio incrementa lo sviluppo del sistema nervoso, favorendo la mielinizzazione delle cellule nervose e contribuendo a sviluppare la capacità di apprendimento. La stimolazione agisce anche sul sistema immunitario, favorendo la produzione di anticorpi e aumentando così la resistenza ad infezioni e malattie.
Il calore delle mani, inoltre, ha un impatto importante sulla regolazione della circolazione sanguigna e del sistema linfatico, favorendo l’eliminazione delle tossine. I massaggi applicati alle diverse zone del corpo hanno funzioni specifiche:

quello al torace migliora le funzioni respiratorie;

quello all’addome rinforza ed irrobustisce l’intestino e l’apparato digerente;

quello alla schiena stimola il sistema vestibolare, agendo su coordinazione ed equilibrio.

 

La stimolazione del sistema ormonale contribuisce a creare uno stato di benessere generale.

Infatti la stimolazione riduce i livelli degli “ormoni dello stress“, mentre incrementa la produzione degli “ormoni della felicità“, in particolare ossitocina e prolattina, che sono alla base della formazione del legame tra mamma e bambino.

In generale, tonificando la muscolatura si favorisce lo sviluppo di una struttura fisica robusta e vigorosa mentre, interagendo con le diverse parti del corpo, si restituisce al bambino un’immagine unitaria ed armoniosa di sé.

I neonati e i bambini di pochi mesi sono soggetti continuamente a moltissime stimolazioni nel corso della giornata, che li portano spesso a diventare irrequieti ed ipersensibili, soprattutto la sera. Il massaggio rappresenta una pausa e un’occasione per rilassarsi: è quindi un dono prezioso che possiamo fare sia al bambino che a noi stessi. Il contatto e la stimolazione attraverso il massaggio infantile, permettono infatti di rallentare il ritmo cardiaco e della respirazione, sciogliere le tensioni muscolari e articolari e soprattutto ridurre notevolmente gli ormoni dello stress, favorendo uno stato di profondo benessere. Tutto questo favorisce nel bambino la regolazione dei ritmi sonno-veglia e migliora la qualità del sonno. Un bambino più rilassato sarà più sereno, più disposto ad adattarsi alle diverse situazioni, capace di autoregolazione e in grado di superare i momenti di maggiore difficoltà senza entrare necessariamente in crisi.

Il massaggio rappresenta per il bambino una stimolazione di tutti i sensi e contribuisce quindi allo sviluppo e al potenziamento:

della vista, che sebbene sia ancora debole e si concentri sugli oggetti più vicini, ben contornati e di colori contrastanti, sviluppa presto un’innata preferenza per i volti delle persone che lo circondano;

dell’udito, in primo luogo perché chi esegue il massaggio è spinto istintivamente a parlare o cantare al bambino; in secondo luogo il bambino può ascoltare i rumori interni del proprio corpo;

 dell’olfatto, che nei neonati è un senso molto potente e assicura il riconoscimento della madre anche senza l’aiuto della vista;

– del gusto, poiché il piccolo porta alla bocca manine e piedini, oppure afferra le nostre mani per “assaggiarle”.

 

Se siamo capaci di metterci davvero “in ascolto”, possiamo imparare a cogliere i segnali più intimi del bambino e, attraverso il contatto, i gesti, gli sguardi e la voce, possiamo dimostrargli che siamo attenti ai suoi bisogni e disponibili ad accoglierli serenamente.

Ancora prima che il bambino sia in grado di esprimersi verbalmente e comprendere il linguaggio, sentirà di essere ascoltato, compreso, amato e rispettato, sviluppando un’immagine positiva di sé; inoltre imparerà a riconoscere le proprie emozioni, attraverso lo scambio relazionale e l’interazione affettiva col genitore.

Ma non è tutto! Gli effetti positivi del massaggio infantile non riguardano solo il bambino perché il contatto attraverso la pelle stimola, anche nel genitore che fa il massaggio, la produzione di ossitocina e prolattina. Questi“ormoni della felicità” non solo provocano una sensazione di benessere generalizzato, ma rafforzano il legame genitore-bambino, favoriscono la produzione di latte e aiutano a prevenire e combattere la depressione post-parto.

Inoltre, il massaggio, aiutando i genitori a riconoscere i messaggi inviati dal loro bambino attraverso il linguaggio del corpo, rafforza la loro capacità di sentirsi competenti ed adeguati.

Anche in situazioni particolari e delicate, come l’adozione e l’affido, il massaggio infantile rappresenta un’esperienza di contatto positiva e rassicurante, che aiuta i neogenitori a creare e rafforzare quel legame d’amore così tanto desiderato e immaginato.

SCRITTO DA:

Ilaria Balzano

Neuropsicomotricista dell’età evolutiva

Il linguaggio del bambino: aspettare o intervenire?
ARTICOLI 6 Febbraio 2019
La gestione e controllo del diabete in età pediatrica
ARTICOLI 30 Gennaio 2019
Perché gli alert automatici di Camillo non pesano sugli asili
ARTICOLI 23 Gennaio 2019
Lo sviluppo del linguaggio
ARTICOLI 21 Gennaio 2019

Vuoi saperne di più?

Chiedi a Camillo!






Contattaci

scrivi@camillo.online

· numero verde 800 035 850

Powered by inspira